Venerdì 20 Ottobre 2017
Blog

Fotovoltaico senza incentivi

 

Gentili Clienti e lettori,

il 6 giugno 2013, è stato raggiunto il tetto   di 6,7 miliardi di euro del costo indicativo   cumulato annuo degli incentivi per lo sviluppo degli impianti fotovoltaici. Lo indica l'Autorità per l'Energia, con la delibera 250/2013. Ciò significa che il quinto Conto Energia per il fotovoltaico cesserà di applicarsi il 6 luglio 2013, cioè 30 giorni dopo la pubblicazione della delibera.

La fine del Conto Energia segna un cambio significativo nel mercato fotovoltaico italiano. Un mercato che continua con nuovi paradigmi. Acquistare il fotovoltaico senza Conto Energia è possibile ed è già una realtà. Il settore proseguirà la propria evoluzione grazie anche ad alcuni recenti provvedimenti: nuove opportunità che aumentano la convenienza di scegliere un impianto fotovoltaico.

Ad esempio, la proroga a tutto il 2013 della detrazione fiscale del 50%, fino a una spesa di 96mila euro, approvata con il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 è un’interessante opportunità per i sistemi fino a 20 kWp per i privati. Lo scorso marzo l’Agenzia delle Entrate aveva chiarito che l'intervento d'installazione di un impianto fotovoltaico può rientrare in questa agevolazione (Art. 16-bis del DPR 917 DEL 1986).

Rispetto al Conto Energia, i vantaggi della detrazione fiscale sono numerosi sia per l’installatore, sia per il proprietario dell’impianto fotovoltaico:

-Il bonus consente al privato di recuperare la metà delle spese sostenute in 10 anni.

-La burocrazia "fiscale" per ottenere la detrazione è snella e semplice: l'agevolazione va fatta valere sull'IRPEF in sede di dichiarazione dei redditi, un procedimento molto più facile rispetto alle pratiche burocratiche legate al Conto Energia. Inoltre l’impianto può essere fatto anche in assenza di opere edilizie propriamente dette.

La nuova strada del mercato fotovoltaico italiano è e sarà fatta di quelli impianti orientati principalmente all’autoconsumo di energia elettrica e termica, che già oggi stanno contribuendo a costruire un sistema energetico più efficiente, più equilibrato e democratico, che tiene conto delle esigenze e del futuro di tutti.

 

QUINTO CONTO ENERGIA

 

Corrado Clini: nessuna sorpresa in arrivo per il fotovoltaico il “Quinto Conto Energia” favorirà piccoli impianti e innovazione

tetti_fotovoltaici“Non c’è alcuna sorpresa in arrivo per il settore del fotovoltaico”. Lo afferma il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini. “La revisione del conto energia è prevista dal decreto del 2011 e, come è noto, deve portare a una riduzione degli incentivi tenendo conto dei prezzi attuali dei moduli fotovoltaici e dell'esigenza di non superare il limite stabilito di 7 miliardi l’anno”.

Le indicazioni del ministro per il “Quinto Conto Energia”, che sarà pronto a breve, sul fotovoltaico sono chiare: “Gli incentivi dovranno riguardare gli impianti di piccole dimensioni per l’autoconsumo domestico e industriale, favorendo l’integrazione del solare con l’efficienza energetica e sostenendo l’innovazione tecnologica. In questo modo, gli incentivi rappresentano un forte fattore di crescita, che si accompagna agli effetti del credito di imposta (55%) e al successo del Fondo rotativo di Kyoto.

Leggi tutto...

Calendario Blog

< Ottobre 2017 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Categorie Articoli